Mare, montagna, in appartamento o in hotel di lusso l’equazione non cambia: l’automobile rimane il mezzo privilegiato per raggiungere e vivere una destinazione vacanziera. Sia per una questione di praticità sia anche per una fruizione del viaggio, alla scoperta dei paesaggi e delle possibilità sulla strada come nei migliori road movie.

Se poi consideriamo la presenza di animali domestici quali cani e gatti, la scelta delle quattro ruote per viaggiare diviene quasi un obbligo.

Altre soluzioni risultano infatti troppo onerose da un punto di vista di stress nervoso dell’animale: soluzioni, inoltre, effettivamente poche.

Nei fatti occorre che i padroni che intendono viaggiare in auto con il proprio compagno metta in pratica dei piccoli e semplici accorgimenti per allietare il tragitto e rendere meno impegnativa la trasferta al suo amico a quattro zampe.

Ecco, allora, sette pratici ed essenziali consigli per viaggiare bene ed in sicurezza con il proprio animale domestico.

L’articolo prosegue alla pagina successiva >>

7) La sicurezza

È doveroso, al fine di rendere il viaggio più sicuro, utilizzare delle cinture di sicurezza specifiche per cani. Si tratta di un accessorio che può essere reperito soprattutto online sebbene ci siano alcune aziende, una su tutte la Bmw, ad aver commercializzato delle specifiche imbracature che si connettono alle bocchette delle cinture di sicurezza dei sedili posteriori. Se l’atteggiamento e la stazza del cane lo permettono sarebbe bene abituarlo ai trasportini da bagagliagio che richiamano l’ambiente atavico della tana.

cane_cinta

6) Occhio alla guida

Badate bene a praticare una guida morbida, costante e regolare, facendo a meno di improvvise accelerazioni e brusche frenate, specialmente nel traffico quando non è necessario. È un modo, questo, per risparmiare ai nostri amici gli amplificati effetti di cinetosi, più comunemente mal d’auto. Nei loro riguardi la patologia si manifesta con agitazione improvvisa, affanno, salivazione eccessiva e in alcuni casi vomito.

cane_cane1

5) Una sosta in più

Considerate che l’auto non è l’ambiente naturale dei nostri amici a quattro zampe. Di conseguenza è buona norma, soprattutto in occorrenza di viaggi più lunghi, aumentare il numero di soste e regolarizzarle per permettere al cane di scendere dall’auto, sgranchirsi i muscoli, bere e respirare aria aperta, oltre che espletare le sue funzioni fisiologiche.

cane_autogrill

4) Strutture Ad Hoc

Fortunatamente il numero di strutture pet-friendly o addirittura fatte ad hoc per cani e gatti sono in esponenziale incremento. Prima delle vacanze consultate in rete la presenza di queste attività nelle vicinanze della vostra meta e meditate di farci un salto. Alternativamente la stessa informazione potrà esservi data da info point e pro-loco.

cane_friend

3) Kit “di sopravvivenza”

Oltre al trasportino o la cintura, è necessario avere sempre a disposizione il kit per la raccolta delle deiezioni ed eventuali scorte di cibo. È sufficiente una ciotolina per l’acqua ed una con i croccantini, utile al cane soprattutto durente i viaggi lunghi o quelli tormentati da traffico. Per cani e gatti particolarmente irrequieti, valutate col vostro veterinario se ricorrere ad un trattamento di feromoni.

cane_cane3

2) Farmaci

La tutela della salute è di primaria importanza: tanto per voi quanto per il vostro fido compagno. È buona abitudine portare in valigia tutti i medicinali che potrebbero servire in caso di emergenza: antiparassitari, un antinausea per il viaggio ed un kit espresso di pronto soccorso. Munirsi inoltre di collare, pettorina, almeno tre guinzagli, museruola e tutti gli strumenti utili per l’igiene. Nell’ambiente di viaggio è consigliabile mettere anche qualche giocattolino.

cane_farmaci

1) Aree sensibili

Mai lasciare il cane da solo. Soprattutto mai lasciarlo da solo in auto e sotto il sole: la sua percezione della temperatura è diversa e anche pochi minuti potrebbero essergli fatali. Da qualche anno in alcuni autogrill sono presenti delle aree appositamente dedicate, esterne ai locali, in cui lasciare temporaneamente il proprio compagno. Sono usualmente sorvegliate, dotate di acqua corrente e di gazebi per l’ombra.

cane_fidopark

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo su facbook con gli amici :]