Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Seggiolini anti-abbandono: da venerdì 6 marzo scattano le multe

Seggiolini anti-abbandono: da venerdì 6 marzo scattano le multe

Il tempo per mettersi in regola è ormai quasi concluso: a partire da domani, venerdì 6 marzo, chi sarà sorpreso senza essere in possesso dei seggiolini anti-abbandono, i dispositivi di ritenuta che consentono di ricevere un avviso nel caso in cui ci si dovesse allontanare dalla macchina lasciando il bambino all’interno, andrà incontro a una sanzione. L’utilizzo di questo accessorio non ha mancato di scatenare polemiche negli ultimi mesi da chi lo ha ritenuto come l’ennesima spesa aggiuntiva per le famiglie, ma nasce innanzitutto come uno strumento salvavita per evitare che possano ripetersi i casi che si sono verificati negli anni passati, spesso anche con conseguenze tragiche. Oltre a una multa pecuniaria è prevista anche la decurtazione dei punti dalla patente. Per i recidivi può scattare la sospensione della patente.

La deroga è terminata

Ultime ore per mettersi in regola e provvedere all’acquisto, per chi non lo avesse ancora fatto, del seggiolino anti-abbandono. Da domani, infatti, scatteranno le multe per chi sarà sprovvisto del dispositivo di ritenuta dotato di queste caratteristiche. L’obbligo è stato stabilito da una legge fortemente voluta dal governo, anche in seguito a diversi casi di cronaca, che è entrata in vigore dal 7 novembre. Per consentire a tutti di effettuare l’acquisto e di gestire senza troppi problemi la spesa necessaria è stata comunque concessa una deroga.

L’accessorio è particolarmente innovativo: è infatti in grado di far scattare in automatico un segnale di allarme di tipo visivo, acustico o attraverso una vibrazione, per informare chi è alla guida se dovesse essersi allontanato “dimenticando” il piccolo all’interno dell’abitacolo. Particolarmente utile potrà essere inoltre una funzione inserita in diversi modelli disponibili sul commercio, che consentirà di collegare il seggiolino al proprio smartphone tramite app o bluetooth per ricevere notifiche in tempo reale.

Le sanzioni 

Questo tipo di seggiolino diventa obbligatorio, come indicato dal decreto attuativo dell’articolo 172 del Nuovo Codice della strada, per chi viaggia con bambini al di sotto dei 4 anni di età. Per chi non dovesse viaggiare con un seggiolino antiabbandono in auto è prevista una sanzione pecuniaria che può andare da 83 a 333 euro (si riducono a 58 e 100 euro se si paga entro cinque giorni), a cui si aggiunge una decurtazione di cinque punti dalla patente.

Le conseguenze diventano ancora più gravi per i recidivi: due infrazioni in 2 anni costano la sospensione della patente da 15 giorni a due mesi.

Non manca la scelta sul mercato per chi dovrà effettuare l’acquisto in queste ultime ore. Diventa indispensabile la presenza di un certificato di conformità rilasciato dal produttore. Il governo ha predisposto anche un aiuto per le famiglie, che è possibile richiedere attraverso il sito www.bonuseggiolino.it: l’incentivo è pari a 30 euro .

 

Foto in alto: Shutterstock