max-mosley

Il mondo dei motori piange la scomparsa di Max Mosley, morto a 81 anni a Londra. E’ stato a lungo presidente della FIA, incarico che ha svolto fino al 2009, anno in cui sono arrivate le dimissioni in seguito a uno scandalo sessuale in cui era stato coinvolto. La sua figura, insieme a quella di Bernie Ecclestone, è stata determinante per la crescita della Formula Uno.

Max Mosley morto a 81 anni: F1 in lutto

Max Mosley è morto a 81 anni.

L’uomo è ricordato come uno dei presidenti della FIA più importanti nella storia. Prima di assumere un incarico così importante lui è stato un pilota da corsa e avvocato. Tra le sue esperienze al volante ce n’è stata anche una in Formula 2: lui ha infatti gareggiato a Hockenheim nel 1968, gara in cui ha perso ka vita Jim Clark.

E’ stato inoltre co-fondatore del team March.

Nel corso della sua esperienza ai vertici del Circus lui è stato uno dei principali promotori della sicurezza in pista. Lui è stato infatti uno dei principali sostenitori dei test Euro NCAP.

Il cordoglio del mondo della Formula Uno

Uno dei primi a eprimere il proprio dispiacere dopo essere venuto a conoscenza della scomparsa di Max Mosley è stato Bernie Ecclestone, che ha avuto la possibilità di conoscerlo bene nel periodo trascorso nel Circus. “Ho perso una persona di famiglia, come un fratello – ha detto ai microfoni della BBC -. Mosley ha fatto tanto per il motorsport, per l’industria dell’auto e per le corse: era impegnato ad assicurarsi che venissero costruite vetture sempre più sicure“.

Non è mancato un messaggio da parte di Jean Todt, che ha raccolto la sua eredità a capo della FIA: “Sono profondamente rattristato per la scomparsa di Max Mosley. Era una figura importante nella F1 e nello sport automobilistico. Come presidente della FIA per sedici anni ha fortemente contribuito a rafforzare la sicurezza in pista e sulle strade. L’intera comunità della FIA rende omaggio a lui. I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con la sua famiglia”-

Leggi anche:

F1, Hamilton premiato dala FIA insieme a Michael Schumacher

Incidente Grosjean, la FIA ha aperto un’indagine: il verdetto tra due mesi

FIA, Montezemolo presidente dopo Todt? L’ipotesi si fa strada

Foto in alto: Wikimedia, autore: Raimund Kommer, immagine modificata, licenza Creative Commons