foto doppia con mezzo busto di sainz a sinistra e di leclerc a destra

In casa Ferrari si è deciso di provare a mettere in atto un cambiamento: non più un pilota esperto, che sa già cosa significhi vincere un titolo, e un “gregario” che possa supportarlo, ma due giovani a cui non manca la grinta e la voglia di emergere. Questo è, in sintesi, il significato della coppia formata da Charles Leclerc e Carlos Sainz jr, pronti a stupire. Allo spagnolo la determinazione non manca e ha già le idee chiare sul destino che lo attende: non avrebbe intenzione di ricoprire il ruolo di secondo pilota.

Il carattere non manca

Il talento è certamente importante per emergere in un ambiente competitivo come quello della Formula Uno. Ma non può essere l’unica componente: altrettanto importante, ovviamente, è l’affidabilità della monoposto e la voglia di migliorarsi costantemente ponendosi davanti obiettivi sempre più prestigiosi. Caratteristiche di questo tipo non sembrano mancare a Carlos Sainz jr.

che a partire dal 2021 affiancherà Charles Leclerc, forte di un rinnovo fino al 2024.

Il “Cavallino” crede fortemente nelle potenzialità dei due piloti ed è pronto a scommettere che con loro si potrà tornare a ritagliarsi importanti soddisfazioni. Lo spagnolo ha già le idee chiare sul compito che gli è stato affidato e non è disposto a svolgere alcun ruolo di secondo piano: “Qui darò tutto per vincere. Non sarò un secondo, non ho firmato niente del genere. Viene prima il team – sono le sue parole rilasciate in un’intervista al giornale Partitazo de Cope riportate da Sky Sport -. Nel mio contratto, come in tutti quelli che ho sottoscritto, c’è scritto che il team è più importante del pilota, ma non c’è nulla a proposito di appoggio a qualcun altro, niente che mi stabilisca nella posizione di seconda guida. Ciò che so è che darò tutto per la Ferrari“.

Nessun dubbio nemmeno sul rapporto che potrà venirsi a creare con il nuovo compagno di squadra: “Qui voglio vincere – ha continuato lo spagnolo – e per me è uguale il colore della vettura, nel senso che tratto ogni mio collega allo stesso modo e per me sono tutti dei rivali. Se poi ci sarà una situazione complicata, state sicuri che prenderò la decisione giusta“.

Pronto al ritorno in pista

Le settimane di lockdown sono state difficili un po’ per tutti, piloti compresi, e ora la voglia di riprendere l’attività è fortissima. Una sensazione che sembra provare perfettamente anche Carlos Sainz jr., che si appresta ad affrontare l’ultima annata con la McLaren in cui vorrà dimostrare di poter meritare la fiducia della Ferrari. Voglio andare in Austria prepararmi alla gara e sentire la pressione che aumenta. Se lo fai da una vita, poi ne senti la mancanza. Certo sarà strano un GP senza pubblico, però quando saremo dentro la vettura non ne avvertiremo l’assenza”.

L’ironia comunque non gli manca ed è arrivata così anche una battuta sul rapporto con il suo futuro team: “Mi hanno mandato solo quel contratto e potete immaginare il sorriso che avevo quando l’ho firmato – dice Sainz -. Non ho guardato se c’era una postilla per avere uno sconto per l’acquisto di una Ferrari. Vedremo, ne parleremo quando sarò a Maranello” – ha concluso.

Foto in alto: a sinistra Instagram Carlos Sainz Jr, a destra Instagram Charles Leclerc