jean todt mezzo busto

Non ci sono ancora date ufficiali, ma negli ultimi giorni è stata diffusa da Liberty Media una bozza di calendario: la Formula Uno, salvo stravolgimenti, dovrebbe così poter contare su un numero di gare sufficiente, tra cui Monza che dovrebbe tenersi come di consueto a settembre, anche se con ogni probabilità a porte chiuse. A rassicurare tutti gli appassionati ora ci pensa Jean Todt, attuale presidente della FIA, che indica il periodo prescelto: il via dovrebbe scattare a luglio con le tappe in Europa.

Luglio può essere il mese della ripartenza per la F1

Tra i settori che sono stati costretti allo stop a causa del Coronavirus c’è stato ovviamente anche lo sport, ancora in attesa di maggiori certezze sulla ripresa. I protagonisti della Formula Uno non vedono l’ora di poter tornare in pista per sperimentare in prima persona le potenzialità delle proprie monoposto.

Il momento in cui potremo tornare a emozionarci con le imprese di Lewis Hamilton e colleghi sembra essere però sempre più vicino. A dare importanti indicazioni è il presidente della Federazione, Jean Todt, durante un’intervista rilasciata a Sky Sport: “Al momento l’intenzione è di ripartire in Europa nei primi giorni di luglio. Ma non c’è ancora nessuna conferma ufficiale. Dovremo analizzare l’evoluzione della situazione, basandoci anche sulle decisioni dei Governi, che con determinate misure potrebbero inevitabilmente influenzare le nostre scelte. Dobbiamo essere flessibili, visto il periodo in cui viviamo. La nostra volontà è quella di partire al più presto.

Il modo in cui tutti, piloti e addetti ai lavori, dovranno approcciarsi a un evento dovrà però inevitabilmente cambiare. Il protocollo non prevede comunque una sospensione in caso di pilota positivo: “Come per gli altri sport, certamente ci saranno condizioni totalmente nuove,  – ha detto ancora Todt – mantenendo come prioritaria la sicurezza di tutti i partecipanti“.

Un pensiero alla Ferrari

Impossibile però per il dirigente francese non dare un’opinione anche su quello che sta accadendo in Ferrari, team a cui resta ancora legato a diversi anni di distanza dall’addio. A Maranello dal 2021 inizierà infatti una nuova era con l’addio di Sebastian Vettel e l”arrivo di Carlos Sainz, che affiancherà Charles Leclerc. A tal proposito Jean Todt ha affermato: “Quello che conta veramente è avere una vettura e un team vincente. E i risultati arriveranno. Non sta a me giudicare queste scelte. Sainz e Leclerc sono piloti molto talentuosi. Auguro alla Ferrari il meglio. Ma prima c’è la stagione 2020, dove avrà tante opportunità“.

Foto in alto: Shutterstock