hamilton ecclestone

Il campione Lewis Hamilton si è schierato a favore della lotta anti-razzista del movimento Black Lives Matter, nato a seguito della tragica morte negli Stati Uniti di un cittadino di colore, George Floyd, diffondendosi in quasi tutto il mondo.

Il pilota, nelle ultime settimane, ha più volte utilizzato il suo profilo Instagram per lanciare messaggi di sensibilizzazione per la lotta al razzismo, arrivando perfino a raccontare le discriminazioni che ha subito.

Ma ancora di più, Hamilton ha deciso di scendere in piazza a Hyde Park e manifestare in prima persona contro il razzismo.

Adesso Lewis Hamilton, come riportato da Motorsport.com, ha deciso di rispondere duramente a delle dichiarazioni rilasciate da Bernie Ecclestone, ex boss della Formula 1, alla CNN, proprio sul tema della lotta al razzismo.

Le parole di Ecclestone e la reazione di Hamilton

La gente può essere sensibilizzata e riflettere, ma qualcuno però potrebbe pensare le stesse cose sui bianchi.

In molti casi i neri sono più razzisti dei bianchi“. Questa è la dichiarazione di Ecclestone, che ha fatto infuriare Hamilton. Anche se l’ex manager della Formula 1 ha aggiunto anche parole di stima nei confronti del pilota: “Lewis è una persona speciale, un pilota di grandissimo talento ma anche molto bravo nell’inviare i suoi messaggi e con una posizione chiara nella campagna che sta sostenendo a favore delle persone di colore. È una cosa meravigliosa.

Il campione ha voluto comunque rispondere attraverso delle stories molto dirette: “Bernie è fuori dallo sport… commenti ignoranti, non istruiti che ci mostrano quanto dobbiamo andare avanti come società prima che possa avvenire la vera uguaglianza“.

Lewis Hamilton ha anche commentato la gestione della lotta al razzismo in Formula 1 dall’ex boss: “Adesso ha perfettamente senso il motivo per cui non sia mai stato detto o fatto nulla per rendere il nostro sport più vario o per affrontare l’abuso razziale che ho ricevuto durante la mia carriera“. E ancora: “Se qualcuno che ha gestito lo sport per decenni ha una tale mancanza di comprensione delle questioni profondamente radicate che noi neri affrontiamo ogni giorno, come possiamo aspettarci che capiscano tutte le persone che lavorano sotto di lui”.

Bernie Ecclestone ha deciso di chiarire la sua posizione e di replicare al campione della Mercedes, come riportato dalla Gazzetta dello Sport: “Non sono contro i neri, il contrario. Sono sempre stato molto favorevole… Non penso a Lewis come ad un nero o altro. È solo Lewis per me”. E ancora: “Se a un nero o a un bianco viene rifiutato un posto di lavoro, devi chiederti perché. Era a causa del colore della pelle o perché non erano all’altezza? Questo è quello che stavo dicendo“.

La nuova livrea della Mercedes

Dopo la diatriba tra Ecclestone e Hamilton, l’organizzazione della Formula 1 ha deciso di rilasciare una nota in cui prende le distanze dalla posizione dell’ex boss: “In un momento in cui è necessaria l’unità per affrontare il razzismo e la disuguaglianza, non siamo assolutamente d’accordo con i commenti di Bernie Ecclestone“.

La scuderia Mercedes invece ha voluto svelare la nuova livrea 2020, il cui colore predominante sarà proprio il nero: “Le frecce d’argento correranno con una livrea di base completamente nera per la stagione 2020“. Sul sito ufficiale della scuderia, si legge la motivazione di tale decisione: “Un modo per dichiarare che ci opponiamo al razzismo e alla discriminazione in tutte le forme e un impegno pubblico a migliorare ulteriormente la diversità della nostra squadra e del nostro sport“.

Instagram Mercedes

Lewis Hamilton ha voluto commentare sul suo canale Instagram la scelta della scuderia: “Sono così orgoglioso del mio team, per quanto è aperto alla seria questione del razzismo e della discriminazione…. Abbiamo molto da fare ma sono sicuro che insieme possiamo dare un aiuto per cambiare questo sport“.

Instagram Lewis Hamilton

Foto in alto: Instagram Lewis Hamilton