ricciardo schumacher alonso

Il periodo di pausa della Formula 1, dovuto al Covid-19, sembra possa presto volgere al termine. Infatti, Chase Carey, Ceo di Liberty, ha ipotizzato un avvio della stagione il 5 luglio dall’Austria. Anche Jean Todt, attuale presidente della FIA, ha parlato di una partenza a luglio dalle date europee.

I vari protagonisti di questo sport, hanno affrontato questo lasso di tempo sospeso in modo differente. C’è chi, come Charles Leclerc, si è impegnato molto nella beneficenza e nelle gare virtuali.

Ma anche chi, come il campione Lewis Hamilton, ha lanciato messaggi di speranza e di prevenzione dai suoi account social.

Daniel Ricciardo, che ha recentemente firmato con la McLaren per la stagione 2021, invece si è lasciato andare alla nostalgia e ha deciso di pubblicare su Twitter un diario coi suoi ricordi più emozionanti.

Il ricordo di Michael Schumacher

Ricciardo ha voluto cominciare il suo diario dei ricordi con le gare per lui più significative, suddividendole in base alle emozioni che hanno lasciato in lui: sollievo, gioia, rabbia, orgoglio, disperazione, sorpresa e imbarazzo. “Sto diventando nostalgico… perché non stiamo realmente gareggiando. Ho pensato di riflettere sulle più grandi emozioni che ho provato nelle gare della mia carriera“. Ricciardo racconta a cuore aperto le emozioni provate in molti episodi chiave della sua carriera, ricordando anche gli altri coprotagonisti di questo suo percorso unico.

In particolare, parlando delle gare che lo hanno reso orgoglioso, tra cui il Gran Premio del Giappone 2012, ha ricordato Michael Schumacher, da lui stesso definito una leggenda della Formula 1. Il pilota della Renault, ha riportato su foglio l’adrenalina del duello con il campione tedesco e di come riuscì nell’intento di lasciarlo fuori dal decimo posto. “Ricordo che è venuto da me… a congratularsi per come mi ero difeso. Non avrebbe avuto il bisogno di dirlo, per questo mi ha fatto piacere“.

La lotta con Alonso e la pista preferita

Abbiamo giocato al gatto e al topo: lui mi superò… non si aspettava che io rispondessi quando mi ha lasciato la porta aperta. Ero preparato a lottare“. Così Ricciardo commenta invece un duello, durante il Gran Premio di Germania del 2014, con il campione Fernando Alonso, episodio che egli ritiene centrale per il cambiamento del loro rapporto: “Ha detto cose carine su di me dopo quel GP, quindi penso che da lì sia cambiato qualcosaHo avvertito che non avevo guadagnato ancora il suo rispetto fino a quel giorno“.

Ricciardo racconta vari episodi interessanti, che gli hanno provocato emozioni molto diverse. Ma decide di chiudere questo viaggio emozionale, dichiarando qual è la sua pista preferita: “Monaco è il mio luogo e mi stimola più di tutti. Ma adesso? Prenderei qualsiasi pista. La prossima gara, quando e dove sarà… sperando non sia troppo lontana“.

Twitter Daniel Ricciardo

Foto in alto: Instagram Daniel Ricciardo