Il motorsport è ancora ai box, sebbene l’inizio di campionato, sia per F1 che per MotoGP non sembra più cosi utopico. Sia le due che le quattro ruote hanno già avuto il modo di sperimentare le gare virtuali, con Maverick Vinales e Charles Leclerc tra i protagonisti, ora però, l’iniziativa portata avanti dall’esports è quella che vede i piloti della MotoGP e della F1 l’uno contro l’altro assieme ad altri campioni dello sport tra cui Alessio Romagnoli e Tony Parker.

L’evento segna l’apice di questa fase di GP virtuali, in quanto molti tra i big dello sport si sfideranno con le macchine del Mondiale GT. L’attenzione è ovviamente riposta sullo scontro Rossi-Leclerc.

Leclerc davanti a tutti, Rossi giù dal podio

Agonismo e divertimento, queste le caratteristiche del GP virtuale svoltosi tra i campioni della F1 e della MotoGP. Pole position per Amos Laurito, SimDriver del team Samsung Morning Stars davanti a Charles Leclerc, mentre Valentino Rossi si è dovuto accontentare della 22esima posizione. Gara ricca di emozioni e sportellate virtuali, seppur con molti problemi di “linea” che hanno portato a ripartenze e polemiche. In gara 1 trionfa Charles Leclerc, il pilota della Ferrari è riuscito a dettare un passo inarrivabile per gli altri salvo che per A. Albon, il pilota della F1 si è poi piazzato in seconda posizione. Quinta posizione per Valentino Rossi, autore di una gran rimonta e di una bella lotta con L. Albon.

In gara 2 sono aumentate le polemiche per i problemi di connessione, e dopo una gara confusionaria trionfa F.Leo davanti all’ex pilota di Formula2 Antonio Fuoco. Gran prestazione del capitano del Milan, Alessio Romagnoli, addirittura settimo al traguardo davanti ad un coriaceo Mattia Pasini. 18esimo “Pecco” Bagnaia davanti a Giovinazzi e Tony Parker. Solo 22esimo Valentino Rossi davanti a Charles Leclerc, in difficoltà in gara2 dopo essere andato “lungo” al primo giro.

Un roster di alto livello

Come detto, i partecipanti di questo curioso evento rappresentano il meglio dello sport contemporaneo e non solo. Da Tony Parker, ex stella dei San Antonio Spurs e pluri-campione NBA, ai calciatori Alessio Romagnoli e Thibaut Courtois, il primo già più volte cimentatosi nei GP virtuali. Questo particolare evento che simbolicamente ha unito F1 e MotoGP rischia di essere ancora uno dei tanti che da qui fino all’inizio di stagione si faranno. Luglio sembra essere il mese destinato per iniziare il campionato, in attesa di scoprire ciò, godiamoci le derapate virtuali.

Credits foto in alto: Pagina Facebook Charles Leclerc\Valentino Rossi