david schumacher

Il legame tra la famiglia Schumacher e il mondo dei motori sembra essere davvero inscindibile. Prima il famoso Michael, che ha conquistato ben sette titoli mondiali (cinque con la Ferrari, riportata al successo dopo più di 20 anni), ma anche il fratello Ralf, con cui ha condiviso 16 podi in Formula Uno. Ora anche i loro eredi sono pronti a scrivere pagine importanti nel Circus: il primogenito dell’ex pilota di Maranello, Mick, attualmente milita in Formula 2 con la Prema ma è già entrato a far parte dell’Academy del team italiano, mentre ora sta per arrivare in Formula 3, dove correrà con il team Charoux, David Schumacher, il figlio di Ralf.

Il DNA non sbaglia

Essere figlio d’arte non è mai semplice perché richiede non solo talento, indispensabile per potersi affermare, ma anche capacità di resistere alle pressioni per i paragoni che inevitabilmente saranno fatti con chi ci ha preceduto.

In casa Schumacher sanno bene cosa significhi vincere, ma la passione di Mick, primogenito di Michael, per i motori è stata finora irresistibile e sono tanti i fan che sperano di vederlo al volante di una Ferrari in Formula Uno.

Ora il Circus si appresta ad accogliere un altro componente della famiglia: si tratta di David, figlio di Ralf, che gli appassionati non possono non ricordare. Il giovane, che sarà uno dei tre piloti del team ceco Charouz in Formula 3, ha soli 18 anni, ma vanta già una discreta esperienza.

Nella sua ancora breve carriera vanta infatti quattro vittorie nell’Europeo Formula regionale 2019. Il ragazzo ha inoltre avuto modo di gareggiare a Sochi, in Russia, in Formula 3 con il team Campos al posto di Alex Peroni che si era infortunato. Non si tratta comunque della sua prima volta con la scuderia, con cui ha già corso al Gran Premio di Macao.

La felicità di David

Pur essendo ancora giovanissimo, David non può che essere entusiasta dell’opportunità che gli viene offerta, ma anzi è pronto a fare tesoro di questa esperienza per crescere: “Sono davvero felice e grato a Charouz di poter entrare in Formula 3 – ha detto il diciottenne all’agenzia tedesca Sid -. Devo imparare tanto della macchina e devo farlo in fretta perché non abbiamo molte opportunità di allenamento nei fine settimana di gara“.

L’ambizione, e non potrebbe essere altrimenti per uno con il DNA Schumacher nel sangue, non gli manca di certo: “Ho affrontato due appuntamenti alla fine dell’anno scorso ed è stata una buona preparazione per questa stagione – continua -. Sono stato in grado di imparare molto sull’auto e questo è prezioso, dal momento che non abbiamo molte opportunità di esercitarci durante i fine settimana di gare. Penso che possiamo fare un passo avanti in questa stagione e cercherò di finire il più in alto possibile“.

Foto in alto: Instagram David Schumacher