f1

L’italiana Omp Racing di Ronco Scrivia (Genova) ha acquisito il gruppo Bell Racing della California, che produce caschi per la Formula 1 e la Formula E. In concomitanza con questa importante acquisizione che rende la OMP la più grande azienda al mondo di componenti di sicurezza per il motorsport, il Gruppo ha acquisito anche la startup di Pisa Zeronoise che ha ideato il driver’s eye, un sistema che permette ai caschi dei piloti di trasmettere in diretta quello che vedono durante i Gp.

Leader nel settore dell’equipaggiamento di sicurezza

La Omp Racing è un’azienda leader nell’equipaggiamento di sicurezza per gli sport automobilistici. Queste le parole del CEO Delprato riportate da Il Sole 24 ore: «Con l’acquisizione di Bell abbiamo dato vita al più importante gruppo mondiale nell’industria dell’equipaggiamento di sicurezza per il motorsport. E lo abbiamo fatto unendo due brand iconici dell’automobilismo. Prevediamo di sviluppare notevoli sinergie, mantenendo l’operatività nelle sedi produttive e commerciali di entrambi i marchi: in Italia, Bahrein, Belgio, Lussemburgo e Stati Uniti».

Un’importante acquisizione

Il nuovo Gruppo nasce a Genova e tra i suoi obiettivi ha quello di fare in modo che Bell entri anche nell’ambito del rally. La Bell Racing Helmet Group, un marchio storico nato negli USA negli anni ’50, è il maggior produttore al mondo di caschi protettivi per i piloti di F1. Ha fornito caschi ai più conosciuti piloti al mondo, Michael Schumacher, Airton Senna, Hamilton, Raikkonen, Leclerc, sono solo alcuni dei nomi. Solo nella stagione 2019 ha fornito caschi a 11 su 20 piloti di Formula 1 e oltre 15 su 24 piloti di Formula E. In contemporanea la OMP ha annunciato anche l’acquisizione di Zeronoise, startup pisana che ha brevettato l’unico casco in grado di trasmettere in diretta la visuale dei piloti sul circuito, un sistema che è omologato dalla FIA.