governo bonus bicicletta

La pandemia dovuta al Covid-19 ha innescato un’emergenza sanitaria globale, che ha avuto un forte effetto sulla vita quotidiana di milioni di persone e sull’impostazione di molti aspetti della stessa.

Tutti i Governi degli stati coinvolti hanno dovuto varare dei provvedimenti per contrastare l’emergenza e per favorire un’agevole ripresa. Per quanto riguarda la mobilità, il Governo italiano ha già deciso di spostare la scadenza per la sostituzione dei pneumatici invernali.

Inoltre il 13 maggio è stato emanato in Italia il Decreto Legge “Rilancio”, dove è stato previsto il cosiddetto “bonus monopattino” o “bonus bicicletta”, annunciato già in precedenza dal Ministro Paola De Micheli.

In cosa consiste il bonus

Il Consiglio dei Ministri ha previsto delle “Misure per incentivare la mobilità sostenibile”. Questi provvedimenti hanno lo scopo di favorire gli spostamenti green ma individuali, rispetto a quelli pubblici, in cui può risultare complicato il mantenimento delle distanze di sicurezza.

Per favorire l’acquisto di questa tipologia di mezzi di trasporto, è stato previsto un buono per un importo massimo di 500 euro. Si può richiedere questo incentivo per comprare una bicicletta classica o elettrica, un monopattino o un segway. Esclusi invece dal provvedimento gli scooter elettrici.

Il bonus può essere richiesto per un acquisto di tali mezzi effettuato dal 4 maggio al 31 dicembre 2020 e copre il 60% della spesa. Il provvedimento però è destinato solo ai cittadini maggiorenni con residenza in comuni con oltre 50 mila abitanti, città metropolitane e capoluoghi di regione.

Le altre previsioni normative del decreto

Oltre al “bonus bicicletta”, il decreto governativo prevede anche altre novità in tema di mobilità. Infatti sono state apportate delle parziali modifiche al codice della strada: viene data la possibilità alle biciclette di fermarsi al semaforo circa 3 metri davanti alle auto. Inoltre viene prevista la creazione di “corsie ciclabili a raso“, all’interno della carreggiata.

Infine arriverà un altro incentivo green, quello per la demolizione delle auto Euro 3 o inferiore e i motocicli Euro 2 ed Euro 3. Un bonus di 1500 euro che potrà essere richiesto dai residente in zone altamente sottoposte a inquinamento da smog.