Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Mercedes-AMG F1 2024: Orario e Anticipazioni della presentazione

Mercedes-AMG F1 2024: Orario e Anticipazioni della presentazione

In questo mese di puro fermento per gli appassionati di Formula 1, si aggiunge l’arrivo della presentazione della monoposto della Mercedes F1 2024. Tutti sono ovviamente desiderosi di conoscere i dettagli dell’auto che dovrà riscattare almeno in parte le prestazioni di Mercedes nella stagione 2023. Molto interessante sarà per i fan del circus più famoso al mondo poter confrontare gli sviluppi e gli approcci aerodinamici della varie scuderie. Scopriamo innanzitutto la data e l’orario della presentazione per poi procedere ad analizzare le aspettative per la Mercedes F1 2024, i piloti che guideranno la squadra in questo Mondiale di Formula 1 2024 e le innovazioni tecniche della W15

Data e Orario della presentazione della Mercedes-AMG F1 2024

La monoposto della Stella per il 2024 sarà svelata finalmente il 14 Febbraio, il giorno di San Valentino ed esattamente un giorno dopo la presentazione della Ferrari SF-24. La presentazione sarà visibile su Sky Sport, sui canali social della scuderia e sul sito di Mercedes dalle ore 11:15 italiane. Durante la giornata saranno poi rilasciati immagini e video della Mercedes W15. Fin dal momento dell’annuncio della presentazione si sono letteralmente scatenate tutte le ipotesi più o meno plausibili riguardo alle modifiche che la monoposto subirà rispetto allo scorso anno, e la notizia riguardo il passaggio di Lewis Hamilton dalla Mercedes alla Ferrari nel 2025 ha ovviamente rubato le luci della ribalta a qualsiasi altra notizia riguardante la Formula Uno.

Le aspettative sulla Mercedes 2024

Pur avendo concluso il mondiale 2023 come seconda in classifica dietro a Red Bull, Mercedes ha dovuto anche vivere una stagione totalmente priva di vittorie come non succedeva da 12 anni (l’ultima volta fu nella stagione del 2011). Considerando poi il notevole distacco di 451 punti dal team rivale, e il testa a testa con Ferrari senza aver mai avuto la concreta possibilità di vincere il Mondiale costruttori 2023, appare chiaro che i risultati dello scorso anno non fossero assolutamente all’altezza delle aspettative. Per affrontare questa sfida, Mercedes ha concentrato i propri sforzi sulla W15, una nuova monoposto progettata per riportare il team in vetta, o quantomeno poter affrontare un campionato con una presenza importante e la seria possibilità di puntare alla vittoria.

Il progetto, guidato da James Allison, rappresenta un cambio radicale rispetto alle ultime due monoposto, in risposta anche alle richieste di Lewis Hamilton. Dopo i fallimenti dei progetti W13 e W14, Mercedes ha infatti sostituito Mike Elliot con Allison, il quale ha abbandonato l’approccio zero-sidepods che non ha dato i risultati sperati. Tra le aspettative per la nuova monoposto c’è sicuramente la riduzione della sensibilità al “porpoising”, un punto debole critico per Mercedes che ha fortemente condizionato i risultati negativi passati. Tutto sarà vedere e comprendere come sarà stato interpretato il lavoro per raggiungere questi obiettivi.

I piloti Mercedes per la stagione 2024

Al volante delle monoposto della casa tedesca ci saranno Lewis Hamilton (anche se per l’ultimo anno) e George Russell. A una garanzia in termini di affidabilità e continuità, si affianca quindi una grinta e una voglia di fare la differenza non indifferente.

Lewis Hamilton nonostante la sua macchina non fosse in grado di competere per la vittoria si è imposto più frequentemente nel 2023 per ottenere un setting ritagliato sul suo stile di guida, influenzando designe e sviluppo della vettura per migliorarne la guidabilità. Pur senza vittorie, e con una macchina nettamente in ritardo sulla Red Bull, il pilota inglese ha comunque centrato il terzo posto nel 2023.

George Russell, d’altra parte, dopo un inizio promettente nel 2022 e la sua prima vittoria, è stato sorpassato dalla deludente situazione della squadra e dal ritorno di Hamilton. Nell’ultimo campionato, Russell ha mostrato un lato falloso e nervoso, evidenziando una propensione agli errori superiore rispetto alla stagione precedente che però certamente. Questo cambiamento di prestazioni può essere attribuito a diversi fattori, tra cui la frustrazione per i risultati al di sotto delle aspettative.

Le novità tecniche della Mercedes W15 2024

La nuova Mercedes W15 è stata progettata per rappresentare una solida base di competitività, mirando a evitare gli alti e bassi che hanno caratterizzato gli ultimi due campionati. La squadra è determinata a migliorare le prestazioni sulla singola tornata, risolvendo i problemi riscontrati nella gestione della temperatura della vettura durante i giri veloci.

Tra le ipotesi che sono andate per la maggiore c’è la possibilità di un nuovo telaio sulla W15, con un disegno che potrebbe offrire vantaggi aerodinamici qualora si riuscisse a trovare il tanto agognato equilibrio per quanto riguarda l’altezza da terra. Ciò che è certo è che la W15 fungerà da base anche per la monoposto del 2025. L’obiettivo principale della vettura del 2024 è garantire una competitività sufficiente per giustificare uno sviluppo continuo fino a gran parte del 2025. Tuttavia, se la vettura dovesse rivelarsi nuovamente problematica, la squadra potrebbe prendere in considerazione l’opzione di concentrarsi completamente sulla rivoluzione regolamentare del 2026.

Sulla W15 di casa Mercedes-AMG F1 dovremmo assistere anche all’introduzione delle nuove pance sulla Mercedes W15 per gestire in modo più efficiente le turbolenze generate dalle gomme anteriori con un ritorno alla forma più tradizionale come visto dal Grand Prix di Monaco. Questa innovazione è progettata per migliorare la stabilità complessiva della vettura, ottimizzando le condizioni operative del fondo. Un significativo lavoro dovrebbe anche essere stato effettuato al livello del retrotreno per spostare indietro il baricentro, ritornando a concetti consolidati. Va notato che lo schema sospensivo posteriore rimarrà invariato: la Mercedes dovrebbe continuare a impiegare il pull rod sulla W15, in contrasto con la scelta del push rod adottata dalla Red Bull. Un’altra grande variazione rispetto al 2023 potrebbe riguardare la posizione del cockpit, spesso evidenziata come troppo avanzata da Hamilton che invece ha più volte chiesto una maggiore distanza di guida.

Rimane ovviamente da sciogliere la questione legata alla strategia stagionale per quanto riguarda le power unit. Come anche le altre scuderie, Mercedes dovrà scegliere se optare per le 3 power unit, e non andare incontro alla penalità, oppure scegliere di perdere qualcosa in fase iniziale ma avere poi un possibile vantaggio nel corso della stagione.

L’introduzione di queste nuove caratteristiche sulla Mercedes W15, almeno teoricamente, dovrebbe permettere al team di avvicinarsi alle prestazioni delle Red Bull. Tuttavia, la grande incognita che incombe su tutte le squadre è rappresentata dal potenziale miglioramento della Red Bull con la RB20. Se il team di Milton Keynes riuscisse a ottenere un vantaggio significativo grazie ai nuovi sviluppi, potrebbe ripetersi la dinamica già vista nella stagione 2023.

Il Mondiale di Formula 1 per il 2024 è avvolto da un’atmosfera di incertezza, per questo tutti gli occhi saranno puntati su ogni dettaglio delle nuove monoposto e sulle prestazioni delle squadre durante la stagione. Tutto è ancora da scoprire, ma si farà più chiaro con le presentazioni di febbraio e soprattutto con i primi test in Bahrein dove avrà anche ufficialmente inizio la stagione, il 2 Marzo. Non rimane che tenere il fiato sospeso e attendere.