Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Ferrari F1 2024: orario della presentazione e le anticipazioni della SF-24

Ferrari F1 2024: orario della presentazione e le anticipazioni della SF-24

Non sono ancora scesi in pista eppure i motori della Formula 1 si stanno scaldando a piano regime. A poche settimane dai test pre stagionali in Bahrein, infatti, la gara è già cominciata con le presentazioni ufficiali delle monoposto. Gli appassionati di Formula 1 e i “tifosi” non vedono l’ora di scoprire cosa riserverà la stagione 2024, e con quali vetture le scuderie si presenteranno quest’anno. In particolare l’attenzione maggiore è rivolta alla Ferrari, che in questo anno cercherà di tornare ai fasti di una lunga storia di successi. Scopriamo quindi quando avverrà la presentazione della SF-24 e le anticipazioni su come potrebbe essere la monoposto della scuderia di Maranello.

Data e orario della presentazione della Ferrari F1 2024

Uno dei momenti più attesi dai fan della Formula 1 è finalmente stato svelato: martedì 13 febbraio, alle ore 12:00, la nuova Ferrari SF-24 farà la sua apparizione ufficiale. L’annuncio dell’orario di presentazione è stato “nascosto” strategicamente in una storia pubblicata sul profilo Instagram della Scuderia di Maranello, creando un’atmosfera di anticipazione tra gli appassionati. La presentazione sarà disponibile sul canale tematico di F1 di Sky, e sui canali Youtube e Instagram della scuderia.

Questa notizia arriva dopo l’eccezionale annuncio della firma di Lewis Hamilton, che inizierà la sua avventura con la Ferrari a partire dalla stagione 2025 e che ha portato ancora maggiore attenzione mediatica sul Cavallino.

In attesa di ulteriori dettagli sulla SF-24 e sulla strategia adottata dalla Ferrari per il 2024, il mondo della Formula 1 conta i giorni, le ore e i minuti che lo separano da questo atteso momento. La Scuderia di Maranello si appresta a svelare il frutto del suo impegno e delle sue ambizioni, alimentando la passione dei tifosi e suscitando emozioni che accompagneranno l’intera stagione automobilistica.

Come sarà la Ferrari F1 nel 2024

Le anticipazioni sulla Ferrari SF-24 sono sempre avvolte dal mistero e dalla possibilità di speculazioni, tanto che è davvero difficile distinguere anticipazioni reali, da quelle completamente inventate. Ci sono alcune informazioni che possono darci un’idea di cosa aspettarci intanto sul piano reale.

I piloti Ferrari per la stagione 2024

In questa stagione sono confermati Carlos Sainz e Charles Leclerc alla guida della SF-24, anche se già sappiamo, come detto, che se per il pilota monegasco è arrivato il rinnovo, lo stesso non sarà fatto per lo spagnolo, figlio d’arte del vincitore della Dakar 2024, che cederà il posto a Lewis Hamilton.

In aggiunta alle attese per la presentazione della vettura SF-24, la Ferrari ha recentemente svelato anche le nuove tute per i piloti e i meccanici per la stagione 2024. Questo annuncio è arrivato come un’anteprima interessante, aggiungendo un tocco di stile e personalizzazione al team che ha contribuito ad accendere la curiosità e la passione dei tifosi.

Le possibili novità tecniche della SF-24

La nuova monoposto della Ferrari per la stagione 2024, è stata sottoposta a una radicale trasformazione rispetto al modello dello scorso anno. Marc Gené, il pilota collaudatore della scuderia, ha condiviso le sue “sensazioni molto diverse” riscontrate al simulatore, indicando un cambiamento sostanziale nella progettazione della vettura.

Impressionante sembrerebbe la differenza, dichiarata al 95%, con la vettura del 2023. È assolutamente legittimo quindi aspettarsi una monoposto completamente diversa o quasi da quella della scorsa stagione.

I miglioramenti dovrebbero concentrarsi su diversi aspetti chiave tra cui telaio, fiancate, aerodinamica e power unit. I dati raccolti al simulatore indicano prestazioni superiori rispetto al modello precedente, la SF-23, che ha riscontrato difficoltà nella consistenza delle prestazioni soprattutto nella prima parte della stagione passata. Sembrerebbe che gli ingegneri della Ferrari abbiano dedicato particolare attenzione al telaio della SF-24 che nella scorsa stagione non aveva pienamente soddisfatto.

Il profilo a chiglia, ad esempio, è stato progettato per una gestione ottimale dei flussi diretti verso il fondo soprattutto per quanto riguarda il cofano motore che dovrebbe essere stato riprogettato per garantire una stabilità complessiva migliore sul retrotreno, grazie a una gestione differente dei flussi aerodinamici e che dovrebbe avvicinarsi maggiormente alla soluzione adottata già da Red Bull nel 2023 per quanto riguarda lo spazio tra cofano motore e scarico centrale. Questa soluzione potrebbe garantire una migliore espulsione dell’aria calda e prestazioni migliori.

Altra modifica fortemente attesa riguarda un netto abbassamento dei coni anti-intrusione laterali, che nel 2023 erano stati spesso al centro delle analisi aerodinamiche della rossa. Le sospensioni subiranno un’estremizzazione, e la scatola del cambio sarà notevolmente più compatta, ridotta di quattro centimetri.

L’aerodinamica sarà al centro di importanti modifiche, con un bilanciamento del carico, l’arretramento delle fiancate, l’utilizzo di deviatori di flusso per pulire l’aria, e un nuovo disegno del fondo. Questi aggiornamenti mirano a migliorare l’efficienza complessiva della vettura, garantendo una maggiore stabilità e prestazioni superiori. Inoltre, la power-unit e il propulsore 066/10 riceveranno notevoli attenzioni, con l’ingresso del tecnico David George, ex Red Bull, che ha svolto un ruolo significativo nella progettazione della modalità di utilizzo della carica elettrica. L’obiettivo è ottimizzare le prestazioni della power-unit per garantire una maggiore competitività in pista, soprattutto in vista della scelta di utilizzare 3 o 4 power unit. Sebbene quest’ultimo elemento possa sembrare una banalità, sarà invece indicatore di quella che sarà la strategia stagionale della Ferrari: con 4 power unit infatti si andrebbe incontro alla penalità, che potrebbe riguardare anche altre scuderie, mentre scegliendo 3 power unit, la casa di Maranello dichiarerebbe palesemente di puntare moltissimo sull’affidabilità del proprio sviluppo.

Tra i dubbi che probabilmente riusciremo a chiarire esclusivamente il giorno della presentazione c’è sicuramente la la questione legata alla doppia ala posteriore, che scopriremo essere monopilone o bipilone, come anche la possibilità di rivedere i tiranti laterali, utilizzati nel 2023 per sostenere la deformazione del fondo soprattutto nei passaggi sui cordoli.

Arrivati a questo punto è chiaro che le decisioni cruciali sulle monoposto di Sainz e Leclerc sono state prese, ma è possibile che si stia lavorando ad alcuni dettagli aerodinamici minimali e alla strategia stagionale da adottare, per quella che sarà la prima vera stagione di sviluppo sotto la responsabilità di Frédéric Vasseur.

In attesa della presentazione ufficiale, gli appassionati della Formula 1 e i tifosi della Ferrari sono ansiosi di scoprire come la SF-24 si distinguerà nella competizione del 2024, portando con sé un mix di innovazione tecnologica e prestazioni avanzate. La monoposto rappresenterà un capitolo emozionante nella lunga storia della casa automobilistica italiana nel mondo delle corse. La Ferrari, con la sua lunga storia di successi, è pronta a mostrare al mondo cosa ha preparato per la prossima stagione e i tifosi non vedono l’ora di vedere la monoposto in azione e di tifare per la squadra italiana nel loro percorso verso la gloria. Che la Ferrari F1 2024 porti con sé nuove sfide, emozioni e successi che terranno tutti con il fiato sospeso fino all’ultima curva della stagione.