alex zanardi primo piano

È uscito un nuovo bollettino medico sulle condizioni di Alex Zanardi, il campione paralimpico ha trascorso la sua quarta notte di degenza nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena, dopo il terribile incidente avuto venerdì scorso mentre guidava la sua handbike sulla strada statale 146 in provincia di Siena. Intanto, ottimismo è stato espresso dal dottore Claudio Costa, famoso nel mondo del Motorsport per aver lavorato a fianco dei piloti per 30 anni e anche per aver coadiuvato la “rinascita” di Zanardi dopo il drammatico incidente del 2001.

Alex Zanardi: le sue condizioni oggi, 23 giugno

Il campione Alex Zanardi resta in coma farmacologico, le sue condizioni sono ancora stabili, anche se resta grave il quadro neurologico. I medici valuteranno una possibile diminuzione della sedazione la prossima settimana.

Queste le condizioni attuali dell’ex pilota di Formula Uno descritte sul bollettino medico di oggi, martedì 23 giugno: “Il paziente ha trascorso anche la quarta notte di degenza nel reparto di terapia intensiva del policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena in condizioni di stabilità nei parametri cardio-respiratori e metabolici.

Il quadro neurologico resta invariato nella sua gravità. Il paziente rimane sedato, intubato e ventilato meccanicamente. Eventuali riduzioni della sedo-analgesia, per la valutazione dello stato neurologico, verranno prese in considerazione a partire dalla prossima settimana. La prognosi rimane riservata“.

Zanardi come Schumacher? Parla il dottor Claudio Costa

In un’intervista rilasciata a Il Messaggero, Claudio Costa si è così espresso sulle condizioni di Alex Zanardi: “Il trauma subito da Alex Zanardi è gravissimo e lo dimostrano le oltre tre ore di intervento neurochirurgico, ma voglio essere ottimista“. Il medico ha detto la sua sul fatto che in molti avrebbero comparato le condizioni in cui si troverebbe Michael Schumacher con quelle in cui si trova ora Alex Zanardi dopo l’incidente dello scorso venerdì, quando la sua handbike si è schiantata contro un autotreno durante una gara a staffetta benefica, causandoli un forte trauma cranico e diversi traumi nella zona maxillo-facciale. Il pilota è stato sottoposto venerdì stesso ad un delicato intervento neurochirurgico.

Queste le parole del dottor Costa: “La situazione viene accostata a quella di Michael Schumacher, è un’analogia comprensibile ma da quanto mi risulta, dati anche i parametri cerebrali, credo che i medici di Siena siano abbastanza tranquilli. La situazione forse è meno grave e me lo auguro: quando arriverà il momento di svegliarlo, vedremo in che condizioni è il cervello ma a me sembra che, tutto sommato, abbia reagito molto bene“.

Foto in alto: Shutterstock