Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Formula 1: Verstappen in pole dopo le qualifiche in Bahrain

Formula 1: Verstappen in pole dopo le qualifiche in Bahrain

Conclusi i tre giorni di test tutti gli appassionati di Formula 1 erano lanciati a quello che sarebbe stato il vero inizio di stagione: il GP del Bahrain, sulla pista di Sakhir. Scopriamo insieme come sono andate le prove libere e le qualifiche in Bahrain in attesa del giorno di gara che andrà “in onda” domani, sabato 2 marzo.

Le prove libere prima delle qualifiche in Bahrain

La nuova stagione di Formula 1 si è ufficialmente aperta con la prima sessione di prove, che ha visto i piloti scendere in pista durante la mattinata di giovedì 29 febbraio e possiamo già largamente anticipare che il sentimento più diffuso è stato certamente lo stupore di tutti gli spettatori, soprattutto rispetto a quanto visto durante i test. Dal canto nostro possiamo però certamente dire di aver trovato una conferma a quanto avevamo analizzato sui top e flop di questa stagione. Ma vediamo cosa è successo, sessione dopo sessione.

Prima sessione di prove libere

Daniel Ricciardo con la sua DR3 di Racing Bulls ha sorprendentemente ottenuto il miglior tempo, seguito dalle McLaren di Norris e Piastri. C’è ovviamente da considerare che i team principali hanno preservato le gomme morbide per la sessione serale, che ricordiamo essere molto più importante se rapportata al fatto che qualifiche e gara si svolgeranno in sessione notturna. Verstappen sesto, che ha preceduto di poco Russell e Leclerc con gomme simili. Molto influente anche il vento in questa prima parte di prove libere, anche se la competitività tra i team principali è sembrata equilibrata con buone performance da parte di Aston Martin, Ferrari e Mercedes. Alonso è stato il più veloce su gomma media, confermando l’equilibrio anche nel passo gara. Norris e Piastri sono stati gli unici a provare le gomme morbide senza superare il tempo di Ricciardo.

Seconda sessione di prove libere

La seconda sessione di prove libere in Bahrain vede la doppietta Mercedes con Lewis Hamilton che domina con un tempo di 1:30.374, seguito a soli due decimi da George Russell. La coppia di frecce d’argento è seguita da un’impressionante Aston Martin di Fernando Alonso. La prima Ferrari, guidata da Carlos Sainz, si posiziona al quarto posto con meno di quattro decimi di distacco dal leader. Oscar Piastri si piazza al quinto posto, mentre Max Verstappen è sesto, mostrando comunque un forte passo gara. Charles Leclerc si classifica nono, con la SF-24, ostacolato dal traffico durante i giri veloci. Sergio Perez chiude al decimo posto con l’altra Red Bull. Rimane poco al momento in cui tutte le scuderie saranno chiamate a dare il meglio e si concluderà la fase in cui ciascuna scuderia può affrontare la pista con obiettivi diversi.

Terza sessione di prove libere

I piloti sono scesi nuovamente in pista questa mattina per la terza sessione di prove libere. Netta ovviamente la differenza della pista rispetto a quelle che sono state le condizioni per quanto concerne la temperatura in pista, ma è tornata a svettare la Ferrari timbrando il miglior tempo nella terza sessione di prove libere del Bahrain con Carlos Sainz. Lo spagnolo, alla sua ultima annata in Rosso prima dell’avvicendamento con Lewis Hamilton, ha fermato il cronometro sull’1:30.824 cercando il time-attack con gomme soft nei momenti conclusivi della sessione.
Alle spalle della Ferrari si sono piazzati Fernando Alonso, molto competitivo con la sua Aston Martin (+0.141) e Max Verstappen (+0.283), che deve ancora piazzare il suo primo sigillo da campione del mondo in carica. Vicina anche l’altra Ferrari di Charles Leclerc, quarto a +0.270, così come la McLaren di Lando Norris, che ha seguito a +0.294. Il grande affollamento ha fatto presagire una qualifica molto combattuta nel Q3, con lotta durissima per la conquista della pole-position.
Mercedes in calo, invece, dopo i buoni risultati della seconda sessione: George Russell sesto (+0.366), mentre Lewis Hamilton ha chiuso 12esimo a +0.628. Opaca anche la prova di Sergio Perez, che non è riuscito ad andare oltre l’ottava piazza con un ritardo di +0.424.

La sessione di qualifiche in Bahrain

Le qualifiche del Bahrain hanno aperto in modo esplosivo la stagione di Formula 1 con moltissime prestazione di alto livello da parte delle scuderie più competitive e sfide molto accese ma vediamo come si sono svolte con ordine.

Qualifiche Q1 nel GP del Bahrain

La top 5 del Q1 è stata monopolizzata dai piloti Ferrari, con Sainz, Leclerc, Ocon, Gasly e Piastri nelle prime posizioni. Max Verstappen si è dimostrato competitivo piazzandosi inizialmente al primo posto con un ottimo tempo. Charles Leclerc è stato protagonista di polemiche a causa dell’utilizzo di gomme soft nuove, suscitando dubbi riguardo alla strategia e Carlos Sainz ha sorpreso ottenendo un notevole 1’29”909 sulla fine della prima parte di qualifiche riportandosi in testa alla classifica. Tutti i piloti, ad eccezione della Ferrari di Sainz, hanno optato per gomme soft negli ultimi 6 minuti del Q1.
Eliminati da subito Bottas, Zhou, Sargeant, Ocon e Gasly con Alpine e Kick Sauber che rimangono fuori dalle Q2.

Qualifiche Q2 a Sekhir

Nella fase successiva, la Q2, i piloti hanno mostrato una guida molto aggressiva con Verstappen che ha volato fin da subito con un super tempo di 1:29.374. A 5 minuti dalla fine sembrava andare alla grande la Red Bull con Max Verstappen al comando seguito da Perez, Norris, Leclerc e Alonso. Nella parte finale della seconda fase di qualifiche Charles Leclerc ha segnato un impressionante tempo di 1’29”165, piazzandosi al primo posto. La Ferrari ha poi pianificato l’ultimo giro lanciato per ottenere il miglior tempo in Q2, con entrambi i suoi piloti che hanno chiuso al primo e al terzo posto con il solo Verstappen a dividerli.

Qualifiche Q3 in Bahrain

Durante la sessione finale di qualifiche, abbiamo assistito al duello tra Verstappene e Leclerc che hanno chiuso rispettivamente a 1:29.421 e +0.059. Il via al Q3 è stato dato da Verstappen, Hamilton e Russel, per cercare di ottenere la tanto desiderata pole position nella prima gara del Mondiale di F1 2024.
Nella sessione di qualifica Q3 del Gran Premio del Bahrain, sorprende la Mercedes, che piazza George Russell in seconda fila dietro Charles Leclerc, mentre Lewis Hamilton delude partendo dalla nona posizione.

Davvero molto positive le prestazioni delle due Ferrari che si posizionano in prima e seconda fila in seconda e quarta posizione, a una distanza quasi trascurabile da Max Verstappen che si troverà a fronteggiare le prime curve della gara con poca protezione del compagno di scuderia.

Griglia di partenza dopo le qualifiche in Bahrain

Questa quindi la griglia di partenza di domani, sabato 2 marzo del Gran Premio di Sekhir in Bahrain:


1– Max Verstappen – Red Bull
2 – Charles Leclerc – Ferrari
3 – George Russell – Mercedes
4 – Carlos Sainz – Ferrari
5 – Sergio Perez – Red Bull
6 – Fernando Alonso – Aston Martin
7 – Lando Norris – McLaren
8 – Oscar Piastri – McLaren
9 – Lewis Hamilton – Mercedes
10 – Nico Hulkenberg – Haas
11 – Yuki Tsunoda – Racing Bulls
12 – Lance Stroll – Aston Martin
13 – Alex Albon – Williams
14 – Daniel Ricciardo – Racing Bulls
15 – Kevin Magnussen – Haas
16 – Valtteri Bottas – Kick Sauber
17 – Guanyu Zhou – Kick Sauber
18 – Logan Sargeant – Williams
19 – Esteban Ocon – Alpine
20 – Pierre Gasly – Alpine

Si apre in questo modo l’anno 2024 per la Formula 1, in attesa della prima gara, che arriva in un clima di grande attesa ed emozioni grazie a test, prove e poi qualifiche che hanno stupito e che ancora lasciano ben poche informazioni per interpretare un campionato lungo 24 Gran Premi e con vari team altamente competitivi che potrebbero stupire, se non sul lungo, quantomeno nelle singole gare. Appuntamento a domani con la prima gara della stagione 2024 di Formula 1 che si preannuncia particolarmente combattuta.